Barbera d’Asti DOCG Superiore Moliss Pavia

Barbera d' Asti DOCG Superiore Moliss Pavia 2012

Barbera d’ Asti DOCG Superiore Moliss Pavia 2012

Il Barbera è sicuramente uno dei vitigni più tradizionali a Genova anche perché un tempo non avevamo, nella nostra regione del vino rosso che fosse a”portata di mano”: era, infatti, molto più facile raggiungere, con la “Camionale”, il Monferrato che non, ad esempio, Dolceacqua.
E così il (o LA) Barbera è diventato nella nostra memoria, al nostro naso e al nostro palato l’ archetipo del vino rosso, il vino col quale, prima o poi, nel bene e nel male, tutti gli altri hanno dovuto fare i conti…
Oggi ho degustato per Voi (che sacrificio…!!!) il Barbera d’Asti DOCG Superiore Moliss dell’Azienda Agricola Agostino Pavia di Agliano Terme (AT).
Annata 2012, gradazione alcoolica 15°.
Già il colore ci indica che ci troviamo nel bicchiere un vino di struttura: rosso violaceo intenso eppure brillante e con sfumature rubino in controluce. Ci avverte: “…non prendermi sottogamba: fermati e dammi qualche minuto,! Non ti deluderò!”
Al naso si presenta subito un intenso aroma di frutta, vinoso, gradevole e ampio, a seguire il calore dell’ alcool per nulla pungente, un lieve, lievissimo sentore di legno ma aromatico e non dolce.
In bocca non delude: perfetta corrispondenza con gli occhi e il naso: frutto, ricchezza, struttura ma anche eleganza; i tannini sono delicati, morbidi, l’ acidità, discreta, mantiene il vino su di uno stile equilibrato e piacevole; l’alcool innerva di forza e struttura il corpo di questo Barbera maraviglioso ma non prevarica mai, perfettamente fuso con con la “matiére”. Stupendo !

La controetichetta

La controetichetta

Oggi a pranzo c’ eravamo solo io e mio figlio Edoardo; avevo fatto le tagliatelle all’uovo, le ho condite con un classico ragù, poi costine di agnello ai ferri con una spruzzatina di timo (per me anche tre rognoncini…;-D!): abbiamo dovuto controllarci per non finire la bottiglia prima della pietanza!

Condividi questo contenuto:

Lascia un commento