Una ricetta “perfida”…

Testina di vitello

Testina di vitello

Questa ricetta è “perfida” perché l’ ingrediente principale ( la testina di vitello o “maschetta” , in genovese) è pressoché impossibile da trovare in questa stagione. Peccato perché questo piatto sarebbe perfetto per una cena in terrazza! Ecco, dunque, la ricetta a “futura memoria”: Maschetta fredda con fagioli cannellini.

Fate bollire la maschetta per un’ora e mezza abbondante (meglio due…) calcolando il tempo da quando l’ acqua prende bollore: fatela raffreddare e eliminate il grasso (buttatelo…) e il muscolo ( conservatelo: ci farete delle polpette), tagliate a fettine sottili e quindi a pezzetti la parte rimanente (il collagene ovverosia quella che sembra una cotenna).

Cipolline novelle

Cipolline novelle

Scolate  e risciacquate i fagioli cannellini contenuti in una lattina (ovviamente, se preferite, potete usare dei cannellini secchi, bolliti secondo l’ uso). Affettate sottilmente la parte tenera di una cipollina novella. Pestate in un mortaio dei grani di pepe nero. A questo punto mescolate tutti gli ingredienti in un piatto fondo da portata aggiungendo olio Evo (dal sapore deciso) e sale a vostro gusto.

Tenete presente che la maschettta se lasciata in frigo tende a indurirsi: niente paura!! Basta riscaldarla qualche secondo nel microonde e tornerà tenera e con una masticabilità splendida.

Cabernet Franc Ca' di Rajo

Cabernet Franc Ca’ di Rajo

D’Estate accompagnate questo piatto con un Rosato del Salento, vino fresco ma strutturato, in Primavera con un rosso morbido e gradevole come, per esempio, un Valpolicella Superiore o un Cabernet Franc della zona del Piave.

Condividi questo contenuto:

Lascia un commento