Un pranzo nell’Entroterra

 

Domenica scorsa, 4 Dicembre, il mio amico Piero mi ha invitato a pranzo: aveva studiato tutto, il perfido! Il Genoa avrebbe giocato la sera successiva…. aveva la scusa di doversi sdebitare per qualche invito a cena precedente…c’era anche di mezzo il mio compleanno (già passato)…E così mi sono fatto violenza, ho vinto la mia ben nota indolenza domenicale e sono salito in auto con lui, la sua “galante” e mia moglie. L’avevo messo in guardia:”…andiamo in un posto vicino…senza fare ore in auto…” Ma lui, omertoso, non ha lasciato trapelare nulla.

Passato anche Bargagli, mi ha preso quello che era più di un presentimento: ci attendeva un pranzo dalla Trattoria

Ravioli di asino

Ravioli di asino

Al Valico !

Questa Trattoria ( e ho messo la T maiuscola!!!) si trova pressoché sulla displuviale tra la Val Trebbia e la Val d’Aveto, fra Casoni, da una parte, e Cabanne, dall’altra. Un’ora e mezza di auto (andando piano) su strade tortuose.

Devo dire, però, che ne è valsa la pena. Eccome! Era qualche anno che non ci andavo e Norma, la padrona, mi (ci) ha accolto con grande affetto e si e trattenuta a lungo con noi parlando di persone e ricordi comuni.

La cucina è eccellente, realizzata con grande equilibrio e sapienza: certo non sono piatti da “ginnasiale innamorata” ma, pur pescando nella tradizione, riescono a coniugare soddisfazione e digeribilità.

Antipasti:  Salumi alla piacentina, insalata russa, funghi autunnali sott’olio e cipolline in agrodolce

Primi: Ravioli di asino con burro e salvia, gnocchetti di farina di castagne col pesto

Secondi: Brasato di asino, Stufato di becco, fritto misto

Vino: Gutturnio ( e che pretendevate lassù ! Eh? )

Stufato di becco

Stufato di becco

Ovviamente non è che “tutti abbiamo mangiato tutto” ma c’è stato un gran valzer di piatti come è permesso in un ambiente informale.

In testa alla mia Hit Parade personale ho messo i ravioli d’asino : era tanto che non mangiavo (al ristorante… ovviamente! ;-D!!!) un piatto così buono. E poi lo stufato di becco che mi ha riportato alla memoria “o stufou de crastòn” (castrato) che preparava mia zia; solo che questo era molto più fine ed elegante.

La piacevole compagnia ha fatto il resto: giornata splendida. Alba signanda lapillo.

Trattoria al Valico   Passo Fregarolo (Fontanigorda)

010955012 – 339 1530151 – 393 4869652              www.trattoriaalvalico.it

Condividi questo contenuto:

Lascia un commento