Il Salone di Nizza

Ieri, Venerdì 7 Aprile, ho fatto una scappata al Salon des Vignerons Independants a Nizza; ho accompagnato Federico “Fezio” Currò del Ristorante UVA di salita Pollaiuoli. Bisognava raccogliere da diversi produttori una cinquantina di cartoni di vino che, riuniti su di un pallet, sarebbero stati affidati allo spedizioniere per il disbrigo delle pratiche d’importazione. Solo che il buon Fezio non parla il Francese per cui aveva bisogno di un interprete (in che mani si è messo…!!!).

Che fatica...

Che fatica…

Fra contrattempi e ritardi siamo riusciti a fare il tutto per le 16 per cui ci è rimasto un po’ di tempo per assaggiare qualcosa (rigorosamente sputando: ci aspettava il tragitto di ritorno).

Champagne Michel Gonet: Grand Cru Blanc de Blancs. Prodotti di grande eleganza e freschezza; le etichette hanno subito un restyling e ora sono molto più pulite e moderne.

Fontavin: abbiamo assaggiato solo il Muscat de Beaumes de Venise che è un vino dolce della Cotes du Rhone, peccato che abbiano solo vini giovani che, pur essendo gradevolissimi, non hanno la complessità di quelli più invecchiati.

La Croix Sainte Eulalie: la padrona, moglie di Alain Gautheron, produttore dello Chablis che troverete presto al ristorante, è bella e simpatica, produce del Saint Chinian che è un’ Appellation della zona intorno a Béziers. I bianchi sono fatti con Viognier, Marsanne e Rolle (il nostro Vermentino) mentre per i rossi si impiega, in diverse percentuali e combinazioni, Syrah, Mourvédre, Carignan e Grénache. Sono vini che vanno dal gradevole all’interessante. Vedremo…

Il pallet è completo...

Il pallet è completo…

Huguenot: è uno Chevalier du Tastevin e ciò certamente indirizza i rapporti verso la cordialità. Fezio si è reso conto di cosa significhi il vino di Borgogna nonostante la maggior parte dei vini degustati provenissero da Appellations secondarie (Cotes de Nuits, Fixin, Marsannay) e solo gli ultimi due fossero Gevrey-Chambertin.

Domaine du Perat: grandi Cognac e buone Pineaux des Charentes.

Mi sa tanto che a breve ci saranno delle novità nella carta dei vini dell’ UVA….;-D…

Condividi questo contenuto:

Lascia un commento