I vini dei Colli di Luni di Rossana Ruffini

Sono andato a prendere, per conto del Ristorante UVA di salita Pollaiuoli, una decina di cartoni dei vini dell’Azienda Agricola Rossana Ruffini di Bolano (SP). Ci sono andato col mio amico Piero: sì, sempre lui, prima o poi farò “coming out”! I primi erano stati convinti dai prezzi realmente miti mentre il secondo era spinto dall’ idea di fare una gita in campagna. Non è agevole arrivare in Località Tirolo anche perché avendo sbagliato strada abbiamo allungato il tragitto di 10 Km. ( dal monumento bisogna prendere a destra! da via Marzabotto!!!) e ci siamo trovati davanti un bel cartello “Strada interrotta”…Per fortuna esistono i cellulari e dopo poco si è materializzato Guido, il marito di Rossana, che ci ha guidati fino alla meta.

Lo scorno e la rabbia sono stati velocemente cancellati dalla vista del tavolone imbandito con una bottiglia di Vermentino fresco, torta di cipolle, torta di zucchine, pancetta, pecorino e pane caldo. Non avremmo certo potuto urtare la sensibilità dei padroni di casa rifiutando di assaggiare tutto ciò ( ehm..per la verità abbiamo fatto bis e tris..)!

Colli di Luni Vermentino Ruffini

Colli di Luni Vermentino Ruffini

Il Colli di Luni Vermentino DOC 2016 Portolano è un vino morbido, fruttato, gradevole, di facile comprensione ma non banale; sorretto da un buon tenore alcoolico (12,5°). Ho avuto modo di assaggiare anche il 2014 che cede un po’ di frutta ma acquista in complessità e mineralità, dimostrando, nel contempo, che non tutti i vini liguri che hanno passato i dodici mesi dalla vendemmia sono “stanchi”.

Il Liguria di Levante IGT Rosso 2015 è ottenuto da Sangiovese più quantità residuali di altri vitigni (senza Ciliegiolo, grazie a Dio!): è fresco, morbido, di facile beva e senza asperità, classico vino da tutto pasto. Il rosso 2014 invece è Colli di Luni Rosso DOC : il maggiore invecchiamento e un passaggio in legno gli conferiscono maggior struttura ( ha pure mezzo grado in più: 13,5° anziché 13), complessità e morbidezza. Dalla vendemmia 2017 si tornerà alla DOC anche per il Rosso.

I Rossi di Rossana Ruffini

I Rossi di Rossana Ruffini

E voglio finire con l’ Olio extravergine di oliva di qualità superiore, franto a freddo, utilizzando solo olive dell’azienda. E’ ovvio che dobbiamo dimenticarci l’eleganza tutta femminile degli oli della Riviera di Ponente, splendidi per condire dei gamberoni di Sanremo cotti brevemente a vapore; anche perché i cultivàr  usati sono Leccino e Frantoio e non Taggiasca o Mortina. Tuttavia quest’olio non ha la personalità aggressiva e spesso troppo invadente dei suoi “fratelli” più orientali e riesce ad sposarsi bene con i piatti della cucina tradizionale ligure.

Condividi questo contenuto:

Lascia un commento