Chiudo gli occhi e vedo il Salento

La controetichetta del Settebraccia

La controetichetta del Settebraccia

Settebraccia

Settebraccia

Probabilmente molti sapranno che da parte di padre sono di origine salentina: d’altra parte il mio cognome attesta in maniera inequivocabile la mia provenienza, confermata ulteriormente, se mai ve ne fosse bisogno, dal nome proprio del mio genitore: Carmelo. Nacque ad Arnesano (potete vederne nella foto di apertura la Chiesa Madre) in provincia di Lecce giusto cent’anni fa. E io, nato a Genova da madre genovese (Novella), non ho mai rinnegato la mia ascendenza meridionale, anzi l’ho sempre rivendicata fieramente.

Primitivo e Salento Linea base

Primitivo e Salento Linea base

Sarà, forse, questa la ragione per la quale ho insistito coi ragazzi di UVA perché inserissero nell’assortimento i vini della Cantina Sociale di San Pietro Vernotico che, per brevità, viene chiamata Cantina Sampietrana: sono i vini della terra nella quale, da bambino, passavo l’estate, in quelle spiagge allora deserte e ora “gettonatissime”; in compagnia degli zii e dei cugini (tanti, tantissimi…).

La Cantina Sampietrana produce diversi vini, a diversi livelli di prezzo ma sempre molto ben vinificati: è chiaro che la gamma della linea base (Ambasciatori) è composta da vini più semplici e meno graduati (e quindi anche meno impegnativi) ma, se considerate che i prezzi sono compresi fra i 4,50 e i 4,90 €., credo che la proposta sia molto equilibrata. La linea intermedia (Tacco Barocco) invece annovera un interessantissimo Rosato di Negroamaro a 7,50 €. mentre nella linea di maggior livello troverete un ventaglio di rossi di alta qualità: Terre Cave, Sessantenario, Jussum, lo splendido Brindisi Riserva 1952, al prezzo massimo di 10 €. (!).

Brindisi Riserva 1952

Brindisi Riserva 1952

Terre Cave e Sessantenario

Terre Cave e Sessantenario

Al top troviamo il Settebraccia 2014, mix di Negroamaro e di Susumaniello (vitigno tipico del Salento tarantino), invecchiato in legno, con una presentazione suntuosa e ben 14,5° alcoolici: vino importante, di struttura e carattere, orgoglioso e generoso ad un tempo. ( Non riesco a nascondere l’ “Ufaneria” salentina…;-D!!!)

Condividi questo contenuto:

Lascia un commento