De Elegantia

La famiglia Stroppiana

La famiglia Stroppiana

Ieri io e lo staff di sala del ristorante UVA abbiamo fatto una bella degustazione comparata di Barolo: erano ben sette i campioni esaminati (troverete l’elenco in calce). Vi vedo già: con le mani nei capelli che sospirate: ” Che noia! Che pizza! Un’altra degustazione…e questa volta addirittura sette vini !!” Ve li risparmio, almeno questa volta, i profumi di viola e i tannini dolci …

I sette Baroli che abbiamo degustato sono prodotti da due aziende agricole : Franco Conterno alla Bussia di Monforte e Dario Stroppiana a La Morra. Entrambi selezionano le uve a seconda dei vigneti di provenienza e, quindi, fanno dei vini con personalità ben distinte.

Cascina Sciulun di franco Conterno

Cascina Sciulun di franco Conterno

L’aspetto più rilevante della degustazione e che voglio comunicare con questo post  è il fil rouge che legava tutti i vini assaggiati ed è l’ ELEGANZA. Il Barolo è un grande vino, strutturato e ricco ma soprattutto è elegante: non pesa, lo si beve, lo si ribeve e non stanca mai.

Dispiace sentire la solita, noiosa, “tiritera”: “Il Barolo è un vino pesante”. Questa frase è diventato il Mantra per coloro che il Barolo non l’hanno mai bevuto o, tuttalpiù, ne hanno aperto una bottiglia di pessima qualità, conservata, male, per anni in attesa dell’ “occasione per stapparla”; confondono perciò l’ossidazione di un vino decrepito con la pesantezza. Ripeto: il Barolo, re dei vini italiani, è un vino elegante e chi afferma il contrario o è uno sciocco o è in malafede. Tertium non datur.

Barolo Stroppiana Bussia

Barolo Stroppiana Bussia

I sette Baroli degustati

Conterno Pietrìn 2013

Stroppiana S.Giacomo 2013

Conterno Panerole 2012

Stroppiana Leonardo 2011

Stroppiana Bussia 2011

Conterno Bussia Riserva 2011

Barolo Bussia Riserva Franco Conterno

Barolo Bussia Riserva Franco Conterno

Stroppiana Bussia Riserva 2010

Il “vincitore” è stato l’ultimo con 373 punti (100 per ciascun degustatore) staccando di un solo punto (!) il penultimo della lista.

 

Condividi questo contenuto:

Lascia un commento